Scienza e salute
PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Un ascensore per la luna

Poter andare sulla luna, fino ad alcuni decenni fa, era impensabile, come un qualcosa di fantascientifico. Il 21 luglio 1969 però, come tutti sappiamo, Neil Armstrong fu il primo uomo della storia a camminare sulla luna.
Fino ad oggi sono molte le persone che hanno compiuto lo stesso "viaggio", il quale rimane però qualcosa destinata solo agli astronauti, non una cosa per tutti. Forse in futuro questa realtà poterebbe cambiare e andare sulla luna potrà diventare normale quanto fare una vacanza in un qualsiasi altro luogo della terra! Dite di no?

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

La bestia in noi

"In noi si nasconde una bestia?"
Questa è la domanda che negli ultimi tempi si sono posti alcuni scienziati. E le risposte le hanno riassunte nella rivista tedesca "PM-Magazin".
Lì si legge che, secondo alcuni esperimenti, sotto certe condizioni, cittadini "normali" diventano sadici, violenti e crudeli. Poi l’articolo continua:

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

La vittoria decisiva

Sapete che cos’è "l’ansia sociale"? Un articolo sulla Repubblica la definisce come segue:

E’ la "paura di mostrarsi in pubblico, parlare con gente che non si conosce, guardare i propri interlocutori negli occhi."

Da che cosa nasce questa nuova patologia?

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

 Essere preziosi per Dio

Essere amate, sentirsi importanti, preziose, indispensabili per qualcuno altro, è sicuramente il desiderio di tante persone, anzi, in fondo, è il desiderio di tutti. Chi tiene così tanto ad un'altra persona generalmente ne cerca sempre la presenza e, quando non è possibile, fa di tutto per rimanere in contatto, usando telefono, i messaggi, la posta e quanto altro.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Chi è il vostro antenato?

Si chiama Douglas Rohde, lo scienziato americano, che ha pubblicato un articolo sulla rivista "Nature", riguardante un esperimento matematico abbastanza complicato con il quale ha "trovato" il progenitore della razza umana. ...

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

Le bugie hanno le gambe corte


Da quando la tecnologia è diventata portatile, le bugie hanno le gambe più corte.” Con queste parole comincia l'articolo di Focus.
Un articolo che si mette domande come: “Come dire delle bugie senza essere scoperto?”
“Cara, oggi rientro più tardi a casa, c’è troppo lavoro in ufficio.” Oppure: “Sono rimasto imbottigliato nel traffico, non mi aspettare per la cena.” Ma che cosa si fa se la moglie chiama al cellulare e sente le voci degli amici con cui si è usciti al bar?

 

Leggi tutto...