PDF Stampa E-mail

LAOS: la vita di un pastore
26 gennaio 2012

Nel 2000 Kye ha perso la libertà a causa della sua fede in Gesù. Nella provincia nella quale era stato inviato come pastore, grazie alla sua attività la Chiesa era cresciuta fino a contare 500 membri, poi venne arrestato. Intanto, mentre era in prigione, contro i credenti del suo villaggio fu esercitata una forte pressione affinché scegliessero se rinnegare la loro fede o perdere le loro terre e i mezzi di sostentamento. Dopo aver scontato ben 4 anni di carcere, tornò a casa e alla sua chiesa con una fede ancor più forte e determinata.
Suo suocero, uno dei capi del villaggio, non aveva mai approvato la sua nuova fede e temendo che Kye iniziasse nuovamente la sua opera pastorale, gli intimò di trasferirsi altrove.
Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Febbraio 2012 15:45
Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

INDIA: Karnakata insicuro per i cristiani
19 gennaio 2012

Vi sono ampie zone dell’immensa India in cui gli attacchi contro i cristiani continuano e la discriminazione, mista a una reale persecuzione, permea la vita sociale di intere comunità. Durante il periodo natalizio, in particolare tra il 25 dicembre e capodanno, sono aumentate le aggressioni contro i cristiani soprattuto nello stato sud-occidentale di Karnataka. Questo stato, la cui capitale è Bangalore, è grande un po’ più della metà del nostro paese, ha un numero di abitanti di poco inferiore a quello dell’Italia intera e dalla Evangelical Fellowship of India’s è stato nominato per il terzo anno consecutivo il luogo più insicuro per le minoranze religiose in India. Con 49 casi di violenza e ostilità contro i cristiani (ovviamente si tratta di quelli conosciuti e denunciati), Karnataka ha il più alto tasso di persecuzione del paese (nella foto un gruppo di cristiani inscena una protesta silenziosa contro le violenze).
Ultimo aggiornamento Venerdì 27 Gennaio 2012 15:52
Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

COREA DEL NORD: amnistia per prigionieri dei campi di lavoro
12 gennaio 2012

I vertici del governo nordcoreano hanno annunciato un’amnistia e l’1 febbraio 2012 sarà rilasciato un numero imprecisato di prigionieri dai famigerati campi di lavoro, veri e propri lager in cui letteralmente scompaiono dissidenti politici, criminali e cristiani. Questa amnistia fa parte dell’insieme di eventi organizzati per celebrare l’anniversario della nascita dell’ex presidente Kim Il Sung e, contemporaneamente, il 70° compleanno del “Caro leader” Kim Jong Il, scomparso di recente. Intanto proseguono gli sforzi per il consolidamento del potere nelle mani del nuovo leader, il giovane Kim Jong-Un.

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Gennaio 2012 17:04
Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

NIGERIA: nuovo attacco a chiesa cristiana, 6 morti e 10 feriti
5 gennaio 2012


Non si ferma la spirale di violenza che scuote la Nigeria e sconvolge la comunità cristiana. Dopo le stragi di Natale, l’ultimatum ai cristiani perchè lascino il nord del Paese e le bombe di ieri, questa sera c’è stato un nuovo attacco contro una chiesa. Uomini armati hanno fatto irruzione ed aperto il fuoco nell’edificio, nella città di Gombe, nel nord-est, causando la morte di sei persone e il ferimento di almeno altre dieci. «Erano circa le 19.30, ora locale, quando alcuni uomini armati hanno fatto irruzione nella chiesa e hanno aperto il fuoco sulla congregazione.

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Gennaio 2012 17:05
Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

NEWS: la nuova lista dei paesi dove esiste la persecuzione

5 gennaio 2012

Il 2011 è stato un anno molto complesso da tanti punti di vista. Grandi tumulti e rivoluzioni nei paesi arabi hanno portato a cambi di regime prima inimmaginabili, con la caduta di dittatori che tenevano saldamente il potere da decenni in Tunisia, Egitto, Yemen e Libia. Tutto il mondo è stato scosso da terremoti economici e finanziari, mentre in alcuni paesi la fame e l’instabilità si sono aggravate. In Africa attraverso un tormentato referendum è nato un nuovo stato, il Sudan del Sud, mentre il paese in cui più si perseguitano i cristiani, la Corea del Nord, ha perso il suo “Caro Leader”, il dittatore Kim Jong-Il, a cui è succeduto il figlio Kim Jong-Un. Sempre in questo intensissimo anno, Osama Bin Laden, ricercato numero uno del terrorismo internazionale, è stato trovato e ucciso in Pakistan, mentre proprio questo paese viveva - e vive - uno dei periodi più bui della sua storia.
Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Gennaio 2012 01:26
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3